Come il social ha cambiato l’engagement

Come cresce rapidamente l’importanza del social nelle politiche di comunicazione delle grandi aziende, è un argomento già trattato altre volte. Riporto qui di seguito una chart realizzata da Flowtown, relativa agli ultimi 3 anni, con alcuni dati significativi su come il social networking sta cambiando e crescendo incessantemente. Palese è il risultato: l’arena competitiva su cui si devono sempre più … Continua a leggere

weCommerce: come il social ha cambiato le logiche di acquisto

Online peer reviews è la condivisione dei commenti sui prodotti fatta dagli utenti online. E’ questa la nuova frontiera del commercio elettronico. I social media stanno trasformando il classico info-commerce, dove l’utente apprende informazioni sul prodotto solo da fonti ufficiali, in social commerce, dove le fonti che godono di maggior autorevolezza diventano algtri consumatori che hanno gia acquistato il prodotto. … Continua a leggere

Twitter e l’applicazione real time per aumentare le vendite

Baker Tweet nasce da un’idea creativa dell’agenzia inglese Poke che unisce la conoscenza delle dinamiche relazionali dei social alle logiche di business e profittabilità. Cliente dell’operazione è l’Albion Cafe, raffinata pasticceria nei pressi di Old Street a Londra. Obiettivo è informare tutti i clienti ogni volta che c’è una nuova sfornata di dolci o pane per cogliere al volo la … Continua a leggere

Internet è social.

Cresce, giorno dopo giorno, la popolazione online: 1,8 miliardi sono le persone nel mondo collegate a internet. Si va dai 738 milioni in Asia fino ai “soli” 67 milioni del continente africano. Questa crescita vertiginosa è andata di pari passo con la nascita dei social network; basti pensare solo a qualche dato relativo a Facebook:   o anche a Twitter, … Continua a leggere

Church rater

La base del web 2.0 è lo scambio collaborativo delle informazioni, l’utente che diventa protagonista. Vi siete mai chiesti quale è il luogo e l’organizzazione in cui l’utente è semplice spettatore passivo e raramente protagonista? Beh, ok l’apparato statale in primis, certo, ma anche le istituzioni religiose. Per ovviare a questo “medioevale” paradigma di comunicazione, è nato Church rater. Per … Continua a leggere